Ancora nuove evidenze, la terapia sostitutiva può fare solo bene!

bollettino-editoriali

Ricordo ancora con un certo disagio gli anni dopo il 2002 e 2003 quando i risultati del Million Women Study e del WHI determinarono in modo assolutamente drastico l’atteggiamento nei confronti della terapia sostitutiva. Dare una terapia ormonale alle donna in menopausa era stato considerato pericoloso. Eppure non tutti erano convinti di questo. Eppure non tutti hanno avuto così tanto timore di fare una verifica. E infatti la scienza ha ancora una volta dimostrato che solo dalla verifica dei dubbi si arriva alla probabile verità. Continua a leggere

Gli effetti benefici della terapia contraccettiva nel breve e lungo periodo

ABSTRACT
{ITA} Dalle ultime evidenze scientifiche appare sempre più chiaro che i benefici dell’assunzione del contraccettivo orale risultano maggiori rispetto ai rischi: il controllo dei sanguinamenti uterini anomali, l’attenuazione della dismenorrea e della sindrome premestruale, il miglioramento dei segni e sintomi dell’iperandrogenismo, la regressione di cisti funzionali, la prevenzione ed il controllo di endometriosi, adenomiosi, fibromatosi uterina e PID, la riduzione del rischio di incidenza di artrite reumatoide, la posticipazione dell’insorgenza di sclerosi multipla, il miglioramento della cefalea mestruale, la riduzione del rischio di patologie mammarie benigne ma soprattutto del tumore dell’ovaio, dell’endometrio e del colon. Emerge pertanto che la terapia estroprogestinica, assunta a lungo termine, possa essere considerata una protezione valida per la donna nei confronti di un’ampia gamma di patologie a cui è fortemente esposta nell’arco della sua vita e che rappresenti dunque una terapia che può migliorarne la salute. Riguardo all’effetto causale dei contraccettivi orali sull’insorgenza di tumore ed in particolare di quello della mammella, utilizzando bassi dosaggi di estrogeni, non ci sono evidenze che esistano differenze sul rischio nelle donne utilizzatrici. Va tuttavia ricordato che l’assunzione di contraccettivo orale per più di cinque anni pare avere un ruolo sia causale che promuovente l’infezione da Papilloma Virus e conseguentemente l’insorgenza del tumore della cervice.

{ENG} Evidences have confirmed that benefits from oral contraceptives (OC) are greater than risks: abnormal menstrual bleeding, dysmenorrhea, premenstrual disorders, hyperandrogenic conditions, ovarian cysts, endometriosis, uterine myomas, pelvic inflammatory disease, benign breast diseases, but mainly cancer of the ovary, of the endometrium and of colon. Data from research disclose that long term oral contraceptives administration protect women from a large variety of diseases. No evidences exist in regards of a higher incidence of breast cancer in OC users. It seems however that the use of OC promotes a higher rate of HPV infections and of cervix cancer.

Abstract selezionati

  • Khalid Benkhadra, Khaled Mohammed, Alaa Al Nofal, Barbara G. Carranza Leon, Fares Alahdab, Stephanie Faubion, Victor M. Montori, Abd Moain Abu Dabrh, Jorge Alberto Zúñiga Hernández, Larry J. Prokop, Mohammad Hassan Murad

    Menopausal Hormone Therapy and Mortality: A Systematic Review and Meta-Analysis
    J Clin Endocrinol Metab 100: 4021–4028, 2015

  • D. Aled Rees, Sara Jenkins-Jones, and Christopher L. Morgan

    Contemporary Reproductive Outcomes for Patients With Polycystic Ovary Syndrome: A Retrospective Observational Study Download
    J Clin EndocrinolMetab 101: 1664–1672, 2016

  • Dominique de Ziegler, Paul Pirtea, Daniela Galliano, Ettore Cicinelli, David Meldrum
    Optimal uterine anatomy and physiology necessary for normal implantation and placentation
    Fertil Steril 105: 844-854

  • Samira Behboudi-Gandevani, Fahimeh Ramezani Tehrani, Marzieh Rostami Dovom, Maryam Farahmand, Mahnaz Bahri Khomami, Mahsa Noroozzadeh, Ali Kabir, and Fereidoun Azizi
    Insulin resistance in obesity and polycystic ovary syndrome: systematic review and meta-analysis of observational studies
    Gynecol Endocrinol 2016, 32: 343-353

  • R. J. Baber, N. Panay, A. Fenton and the IMS Writing Group
    2016 IMS Recommendations on women’s midlife health and menopause hormone therapy CLIMACTERIC, 2016 VOL. 19, NO. 2, 109–150 Download

  • Zhu, Linlin MS; Jiang, Xinyan MS; Sun, Yuhong MS; Shu, Wenhuan MS
    Effect of hormone therapy on the risk of bone fractures: a systematic review and meta-analysis of randomized controlled trials Menopause: April 2016 – Volume 23 – Issue 4 – p 461–470

In questi mesi si parla di…

Se si dorme poco si mangia di più (soprattutto cibi grassi e calorici)
Diabete più pericoloso nelle donne
L’endometriosi può mettere a rischio
anche la salute del cuore delle donne

Mangiando ogni giorno una porzione
di legumi si perde peso (340 grammi)

Risate, sonno e amici: la (piacevole) ricetta per salvare i nostri neuroni
Contro le vesciche ai piedi, il nastro chirurgico è la migliore prevenzione
Trecento minuti di attività fisica
e cala il rischio di cancro al seno

Psoriasi e gravidanza: l’effetto (quasi sempre) positivo degli estrogeni

5° Corso AIGE